Ce li avete chiesti in tantissimi, ora sono finalmente disponibili! Ecco a voi la linea gourmet dei nostri sottoli in confezioni da 300-350g, rigorosamente in olio d’oliva!

  • Pomodori secchi
  • Olive verdi Bella di Cerignola
  • Peperoncini ripieni di tonno
  • Carciofi con gambo alla romana

Venite a provarli domani a Formaggio in Villa o correte ad acquistarli sul nostro eshop!


Scopri la ricetta di Shrimps & Bacon per preparare i Mini Sgabei ripieni

Ingredienti:

  • 400 g di farina 00
  • 30 g di lievito di birra
  • 3 dl di acqua
  • sale, olio qb
  • olio di semi di arachide per friggere qb
  • marmellata di fichi qb 
  • caprino qb
  • prosciutto cotto qb

Procedimento:

Sciogliete il lievito in acqua tiepida, dopodiché aggiungetelo alla farina e aggiustate di sale, infine impastate fino ad ottenere un impasto omogeneo. Lasciate riposare coperto finché non aumenta di volume. Stendete la pasta e con un coppapasta ottenere dei piccoli cerchi. Friggete i cerchi in abbondante olio di semi e, una volta pronti, apriteli a metà e spalmateli con un cucchiaino di caprino, uno di marmellata di fichi e una fettina di prosciutto cotto. Successivamente chiudete con l’altra metà e servite.


Scopri la ricetta di Antonella per preparare la Parigina

Ingredienti:

  • 250 g di pasta per pizza
  • 250 g di pasta sfoglia
  • 1 mazzetto di cimette di luppolo
  • 10 fiori di zucca
  • 150 g di prosciutto cotto
  • 100 g di provola
  • Olio evo
  • Sale q.b.
  • Gelatina di rosa canina

Procedimento:

Stufate le cime di luppolo in acqua leggermente salata e un filo d’olio. Stendete in una teglia la pasta per pizza e farcitela con il prosciutto cotto tagliato a fette sottili, il luppolo, i fiori di zucca tagliuzzati, la provola a tocchetti e infine aggiungete  un filo d’olio. Coprite il tutto con della pasta sfoglia bucherellata. Infornate per 35 minuti c.a.
Servite la parigina come finger food tagliata a quadrettini, accompagnata con un cucchiaino di gelatina di rosa canina.


Una giornata straordinaria! Oggi Eva Giulio e Stefano sono stati nominati dama e cavalieri all’interno della Chaine des Rotisseurs (www.chaine-des-rotisseurs.it) dal 1248 Associazione Mondiale della Gastronomia. Entusiasmante essere in compagnia di splendide persone e onorati di far parte di questa favolosa Associazione, tenendo alto il valore della cucina Italiana